«ON VA LE CHANGER!»



La provincia canadese del Québec è conosciuta come una delle più accoglienti del mondo. Una delle espressioni che più spesso si sentono, non appena si giunge qui, è: «Bienvenue!».


L’accoglienza, sentita come valore e declinata come comportamento, si spiega in forza della storia del Québec, la cui trama identitaria è complessa, fatta da molteplici colori, comunità e influenze.



All’origine vi fu l’incontro tra l’elemento francese e quello autoctono. Vennero poi l’apporto inglese e quello scozzese ai quali fece seguito quello irlandese. All’inizio del XX secolo ad arricchire di più e in profondità la Provincia vi fu l'arrivo degli immigrati italiani, greci e portoghesi ai quali seguirono gli haitiani, i vietnamiti, i sudamericani e gli africani mediterranei e subsahariani.



La città di Montréal approfitterà delle celebrazioni per il suo 375esimo anniversario di fondazione per modificare la sua bandiera con il preciso intento di voler sottolineare – e giustamente! E finalmente! – il contributo delle Prime Nazioni alla sua storia.


L’attuale bandiera della città sventola dal 1833 e fu decisa per rappresentare quelli che si ritenne fossero i popoli fondatori. La scelta dei quattro simboli (il giglio, la rosa rossa, il trifoglio e il cardo) risale all'istituzione della Corporazione di Montréal. Allora, la città contava circa 27mila abitanti, per lo più anglofoni. Il giglio ricorda l’origine francese dei primi montrealesi, la rosa rossa dei Lancaster quella degli Inglesi, il trifoglio sottolinea la presenza irlandese mentre il cardo quella degli Scozzesi. La croce di San Giorgio - rossa in campo bianco - ricorda che Ville Marie nacque come missione cattolica.


 La vicinanza con ciò che resta delle terre originarie dei Mohawk e la volontà di fare di questo 375esimo anche una festa della riconciliazione motivano la volontà di dotarsi di una nuova bandiera, che sottolinei non solo la presenza, ma anche l’apporto dei Popoli autoctoni a ciò che Montréal è diventata.



Quattro le date possibili per issare la nuova bandiera:



· il 17 maggio, giorno dell’anniversario di fondazione di Montréal;


· il 21 giugno, in occasione della Giornata Nazionale degli Autoctoni;




· durante il mese di agosto, per il Festival della presenza autoctona;


· in settembre, in occasione dell’anniversario dell’adozione della Dichiarazione delle Nazioni Unite sui Diritti dei Popoli autoctoni.