Vivere all’Italiana in questa bella Italia fuori d’Italia

A Montréal, la Festa della Repubblica più grande del mondo.


La grandiosa Festa della Repubblica di domenica 4 giugno – oltre 6mila i connazionali presenti – ha reso il giusto omaggio a una città che festeggia i suoi 375 anni di fondazione e il 50esimo anniversario dell’Esposizione universale e a un Paese, il Canada, che celebra i suoi 150 anni.

Come ama ripetere l’amatissimo console generale d’Italia a Montréal, Marco Riccardo Rusconi, «l’Italia ha tre isole maggiori: la Sicilia, la Sardegna e l’isola di Montréal».

Un’aristocratica e raffinata Sicilia, una Sardegna-Cenerentola che toglie il fiato tanto a bellezza e una democratica Montréal, che ha accolto tutti, ma proprio tutti, anche per questa occasione.

Marco Riccardo RUSCONI, console generale d'Italia a Montréal
Domenica 4 giugno, presso il magnifico Stadio Saputo, la comunità italiana si è regalata la più bella festa di sempre, anche grazie alla capacità organizzativa e all’impegno di un Console generale che ha dato prova di grande amore per il suo lavoro, che intende come servizio ai tanti Italiani che risiedono a Montréal, e di credere alle straordinarie potenzialità di questa città.




Con lui, a condividere questo meraviglioso successo, democratico, partecipato e fuori dall’ordinario: l’Istituto Italiano di Cultura, il Comitato per gli Italiani all’Estero, la Camera di Commercio Italiana in Canada ed il Congresso Nazionale degli Italo-Canadesi.

Tutta l’Italia più bella è stata ricevuta, con ogni onore, presso lo Stadio Saputo, messo a disposizione con squisita generosità dalla famiglia Saputo che, anche per questo, rappresenta la più alta epressione dei nostri valori più belli: il calore, l’affetto, la solidarietà, l’impegno, la creatività, il lavoro e il “saper fare bene le cose”, sempre!




Gina e Domenico BRUZZESE sono ricevuti da Marco Riccardo RUSCONI, console generale d'Italia a Montréal
In questo meraviglioso palcoscenico, la bravissima Giorgia Fumanti, che emoziona sempre – tutti - per la potenza del canto, il popolarissimo Marco Calliari, con ballate all’insegna dell’impegno e del ritmo – la sua Bella ciao mette i brividi, tanto è originale e vissuta – e Antonello Venditti, poeta tra i più bravi e apprezzati al mondo, che ha regalato due ore filate di canzoni e balli, hanno reso ancora più preziosa questa occasione da vivere all’italiana maniera: assieme, appassionatamente. E con la comunità, i suoi rappresentanti più amati e affezionati: i ministri del Québec: Rita De Santis, Martin Coiteux e Carlos Leitão, l’ambasciatore d’Italia a Ottawa, Claudio Taffuri, l’onorevole Francesca La Marca, i deputati italo-canadesi: David Lametti, Angelo Iacono e Nicola Di Iorio, la senatrice Marisa Ferretti Barth e il senatore Basilio Giordano.




Da sx: Erminio PICCOLINO, presidente del PICAI (Patronato Italo-Canadese Assistenza Agli Immigranti), Antonello VENDITTI e Domenico BRUZZESE


Ospiti d’onore i Sindaci di due città sorelle: Montréal e Bologna. Vicinissime per l’eccellenza delle loro Università, per la ricchezza delle specialità dell’enograstronomia e per la passione per i motori e per il calcio; la famiglia Saputo è proprietaria, infatti, sia dell’Impact, squadra che milita nella MLS, sia del Bologna Calcio.


Virginio MEROLA, sindaco di Bologna
Denis CODERRE, già sindaco di Montréal



Denis Coderre e Virginio Merola hanno illustrato la forza e la bellezza delle loro città, che hanno in comune: bellezza, senso del lavoro, spirito aperto e valore dell’accoglienza. A Montréal come a Bologna, infatti, nessuno mai rinuncia a se stesso e ai suoi sogni. Anzi! Condividendo, si realizza e li trasforma in magnifiche realtà.




Commenti